recensione-teleobiettivo-tamron-70-30

Tamron 70-300: Recensione Completa del Teleobiettivo

È un modello che è datato 2010. Ma, come il vino, invecchia bene. In questo caso, però, possiamo dire che all’epoca era un prodotto eccezionale. A tal punto che anche oggi viene acquistato. Ma quali sono i punti di forza?

Prima di entrare, però, nel dettaglio, una piccola curiosità. Il nome completo di questo teleobiettivo è Tamron 70-300 F/4-5.6 Di VC USD SP.

Offerta
Tamron 70-300 mm F/4-5.6 Nikon Ultrasonic, Diametro Filtro 62 mm
  • Tipo di zoom: Svolta
  • Diametro: 8,15 cm
  • Apertura massima: 32
  • Peso: 458 g
  • Distanza minima di focus: 1,50 m

Cosa significano tutte quelle sigle?

La voce ‘Di’ significa ‘Digitally Integrated’ e parla della compatibilità dell’obiettivo. ‘VC’, invece, che sta per ‘Vibration Compensation’ indica che è compresa la stabilizzazione ottica. USD non è il valore di una moneta ma è l’acronimo di Ultrasonic Silent Drive. In altre parole, vuol dire che è estremamente silenzioso. Infine, SP (cioè ‘Super Performance’) indica che ha delle prestazioni superiori alla media. 

La scheda tecnica

Teleobiettivo Tamron 70-30

Sono diverse le caratteristiche di questo teleobiettivo. L’angolo di campo è pari a 34.3 – 8.2° con un diaframma che va dai 70 ai 300 millimetri. Le lamelle, invece, sono di diaframma 9. Inoltre, ci sono ben 17 lenti che sono suddivise in 12 gruppi, in modo che anche chi ha problemi alla vista non comuni può vedersi corretto il suo difetto. La messa a fuoco parte già da un metro e mezzo mentre il rapporto di produzione è di 0,25x.

Ha sia l’AF interno che la possibilità di messa a fuoco naturale. Questo teleobiettivo è compatibile con i maggiori brand di macchine fotografiche. Anche se, ovviamente, dipende dal modello stesso. 

Inoltre, essendo estremamente silenzioso ti permette di fare foto dappertutto. Anche magari dove non dovresti e non vuoi destare sospetti. Quindi, un valore aggiunto da non sottovalutare assolutamente

Pesa meno di un chilo, esattamente 700 grammi, e quindi non rendere ingombrante la macchina fotografica. 

Un difetto? Sicuramente il fatto che la versatilità focale, se da un lato ti permette di adattarsi molto alle situazioni, potrebbe perdere in qualità nelle foto sportive. D’altro canto, però, la stabilità di questo prodotto fa sì che tu possa fare, nelle condizioni giuste, delle foto davvero niente male. 

I punti di forza e debolezza

Lo abbiamo detto sul finire del paragrafo precedente: ha una nitidezza davvero invidiabile. Ciò ti permette, quindi, di non aver alcun problema da questo punto di vista. 

Come punto di debolezza c’è sicuramente la vignettatura. Se non sei un esperto, praticamente è quando la zona periferica perde un po’ di illuminazione rispetto alla zona centrale. Considera sempre che è un prodotto del 2010 ma, comunque, se sei pratico con Photoshop non è un grandissimo problema. Stesso discorso, ovviamente, anche per la distorsione. Più ingrandisci la foto e più potrebbe presentarsi. Ma, anche qui, ti basta avere delle conoscenze grafiche di base per essere ok. 

Tieni presente qui bordi colorati nelle immagini? È un difetto presente in diverse macchine fotografiche e anche nei teleobiettivi. Il discorso vale anche per il Tamron SP 70-300 F/4-5.6 Di VC USD: non vogliamo, ovviamente, sminuire il prodotto stesso, però c’è da dire che, comunque, non è certamente il suo punto di forza. Più la focale arriva al massimo e più i difetti si presentano. 

In ogni caso, però, al netto dei pregi e dei difetti, questo teleobiettivo è un prodotto che oggi ha un eccellente rapporto qualità/prezzo. Va da sé che se hai un budget elevato, puoi ambire anche a teleobiettivi migliori, spendendo qualche euro in più. Ma il nostro obiettivo è quello di recensire prodotti che sono poi alla portata di tutti, professionisti e non

A proposito di professionisti, comunque, è ovvio che se hai anni di gavetta sulle spalle, fai il fotografo da tanti anni, hai bisogno di altro. Però, se sei agli inizi, oppure stai facendo lo step tra la fase amatoriale e quella, appunto, di professionista, può essere l’attrezzo che cercavi. 

Offerta
Tamron 70-300 mm F/4-5.6 Nikon Ultrasonic, Diametro Filtro 62 mm
  • Tipo di zoom: Svolta
  • Diametro: 8,15 cm
  • Apertura massima: 32
  • Peso: 458 g
  • Distanza minima di focus: 1,50 m

Conclusione

Non vogliamo dire che devi passare necessariamente dal Tamron SP 70-300 F/4-5.6 Di VC USD ma, comunque, fai un’attenta valutazione. Inoltre, racchiude più funzionalità che molto spesso vengono vendute in maniera separata, come il range degli zoom

La qualità resta comunque alta, senza aver la necessità di dover aggiornare sempre il solito prodotto e spendendo ulteriore denaro. Quando avrai una certa dimestichezza prenderai un teleobiettivo migliore.

Inoltre, non sottovalutare un aspetto: è datato, è ‘vecchio’, è del 2010. Ciò significa che puoi trovarlo anche usato, risparmiando ulteriormente del denaro. In generale, siamo contrari a questa formula perché il prezzo davvero è conveniente. E provare a risparmiare ulteriormente significa rischiare di prendere un teleobiettivo che è già a metà della sua vita.

È, però, un’opzione che vogliamo darti, in base anche alle tue esigenze. Perché se ti trovi bene con il Tamron SP 70-300 F/4-5.6 Di VC USD, la prossima volta prendi una versione aggiornata di questo brand. Che, ovviamente, ha diverse funzionalità in più. A un prezzo che, però, sale di conseguenza. 

Offerta
Tamron 70-300 mm F/4-5.6 Nikon Ultrasonic, Diametro Filtro 62 mm
Tipo di zoom: Svolta; Diametro: 8,15 cm; Apertura massima: 32; Peso: 458 g; Distanza minima di focus: 1,50 m